domenica 16 marzo 2008

W i gay, ma anche basta!

Che bello... ieri sera ero col mio Trottolinoamorosodudùdadadà appollaiato sul divano Ikea marron cacchè del nostro minisoggiorno... avevo preparato una cenetta frugale e guardavo con sempre più stupore la tv mentre il magico Trio Solenghi/Lopez/Marchesini riecheggiava e rimembrava le loro comiche gesta... Ahhhhh... che tripudio di aulicità!... Una serata tranquilla... ma il trauma è in agguato, proprio dietro l'antina del mobiletto che sta sopra alla cucina.

Guardando bene il trio, mi rendo conto che la loro simpatia è rimasta immutata negli anni... il loro fisico un po' meno... Solenghi è senza dubbio diventato il nonno di se stesso, la Marchesini (pòra stella) sembra un Picasso...
"L'unico dei tre che si è mantenuto meglio è Massimo Lopez..." Dico al mio ragazzo...
"Certo... E' gay!"

SDENG!!

L'antina del mobiletto che sta sopra alla cucina ha colpito e affondato. Il mio già labile cranio.

Ma come è gay!? Massimo Lopez? Quello tanto simpatico? Quell'uomo tutto d'un pezzo, ben vestito, altezzoso ecc ecc??? LUI?!
"Certo! E' da anni che tutto il mondo lo sa..." Mi ribatte il mio dolce cucciolo di criceto...

ARI - SDENG!!

L'antina del mobiletto che sta sopra alla cucina mi da il colpo di grazia. Decido finalmente di chiuderla.

Ma perchè io non lo sapevo? Cioè... ok, non sono fatti miei, ma questo è un duro colpo per il mio fragile cuore di ghiacciolo... Questo è un'altro mito che mi crolla inesorabilmente come Alessandro Cecchi Paone... ma com'è possibile che quei pochi maschi che mi hanno fatto sempre sperare in una razza superiore del genere umano mi si tramutano all'improviso in FINOCCHI!??!! Che male ho fatto per meritarmi questo? Insomma... Cecchi P. era tanto distinto, sempre elegante, sensibile, acculturato... un uomo come si deve... mi giro e lo trovo nel programma tv più gay che la mediaset abbia mai trasmesso che parla di pompini, culi e membri maschili con una disinvoltura che fa invidia a Jessica Rizzo... MA NO!!!!!!!! Non può essere vero... il mondo è tutto in mano ai gay?! Questa è la fine del mondo... no perchè, diciamocelo, se i gay prendono il sopravvento è la fine... ci ritroveremo scaraventati nel mondo di Barbie con addosso solo mutande borchiate... I politici, anzichè percepire elevati stipendi, guadagneranno CD di Madonna e completini D&G e invece di picchiarsi in Parlamento si prenderanno a borsettate... I poveri saranno quelli che vanno a comprare vestiti ai mercatini e le guerre saranno combattute dai Village People... Dopotutto, per noi gay, la guerra è come la verginità: le perdiamo. E senza nessun rimpianto!

Ma dove sono finiti gli uomini di una volta!?!? Oggi gli uomini sono tutti uguali... Si lagnano, fanno le puzzette e si divertono come matti, vanno in palestra fino a 78 anni senza ottenere i giusti risultati, non si sanno organizzare e in cucina fanno casino.
Prendiamo in esame il mio ragazzo, un Caso umano senza eguali (e ti voglio bene per quello che sei)...
Egli, passati i primi mesi in cui nulla di trasgressivo è concesso, adesso mentre lo bacio digerisce fragorosamente il suo spuntino e/o pasto o si esibisce, mentre lo abbraccio, nel'esecuzione della Nona di Behetowen fatta con l'ano. E ride. Di gusto. Che disgusto.
Per preparare un piatto di pasta riesce a sporcare nell'ordine: una pentola dove far bollire l'acqua per la pasta, un cucchiaio per girare la pasta, un piatto in cui versa gli ingredienti per il sugo, un coltello per tagliare alcuni ingredienti per il sugo, un tagliere su cui taglia gli alimenti per il sugo, una padella in cui finalmente prepara il sugo, un'altro cucchiaio per girare il sugo, un terzo cucchiaio per assaggiare sto cavolo di sugo, il colapasta per scolare la pasta, una seconda padella per rimestare pasta e sugo, un quarto cucchiaio per girare il tutto, il piatto in cui mangia e la forchetta per mangiare, senza contare gli orrori che rimangono sul piano di lavoro, sui fornelli e nel lavandino dove è solito gettare i rifiuti delle cibarie, con conseguente otturazione del suddetto lavandino.
Sarò magari un grezzone, ma per la mia pasta uso una pentola, una forchetta, il colapasta, il sugo lo preparo dopo nella stessa pentola e mangio direttamente da lì, senza l'uso di ulteriori posate... mah...
Se c'è una lieve brezzolina primaverile che rinfresca un po' l'aria per lui non fa freddo, si congela...
Se c'è un po' di sole autunnale che mitiga il clima fresco non fa caldo, non si respira più...
Se sta male, sta male più degli altri. Una leggera pesantezza di stomaco con coseguente caghetta, diventa una colica renale che necessita di visita guidata del gastroenterologo, ricovero di tre giorni e ferie per me che devo stargli accanto. Il suo dolore non si può capire...
Se poi ha il mal di testa, non ne parliamo...
Ma gli voglio bene così com'è... anche perchè in che altro modo potrebbe essere? Ditemi se non è vero, gli uomini impavidi dei film d'azione dove cavolo sono finiti? Se poi tutti diventano gay, come si fa a sperare in uno di quegli uomini che con un cucchiaino da caffè ti riescono a salvare da un palazzo in fiamme crollato in mezzo alla città mentre un gruppo di terroristi islamici ti da la caccia armati di mitra e vestiti scadenti?
Non ci sono più le mezze stagioni....

6 commenti:

  1. tesoro mio!... c'hai proprio ragione...ma c'è chi è messo peggio e ringrazia che nn ho un blog dover poter parlare di te..caccone dell'amore mio!.. ciao bimbo...je t'adore!

    RispondiElimina
  2. Bel racconto! Comunque, secondo il mio modesto parere dovresti scindere l' essere gay dall'essere checca :-)

    RispondiElimina
  3. Beh... lo so bene che le due cose non coincidono, ma in alcuni casi si intersecano inscindibilmente l'una con l'altra... vabbeh, il mondo è bello perchè è gayo!-

    RispondiElimina
  4. ghettoculturale18 marzo 2008 13:56

    Voglio anche io un Parlamento dove le discussioni si susseguono a colpi di Louis Vuitton.

    RispondiElimina
  5. ghettoculturale18 marzo 2008 13:58

    Aggiungo: perchè nessuno vota Solange nel sondaggio dei gay nel mondo dello spettacolo?
    Io comunque ci avrei aggiunto anche Jonathan Kashanian e Massimo Giletti. E pure quel mostro della Melevisione.

    RispondiElimina
  6. ma se per questo, potrei fare un elenco in ordine alfabetico di Gayucci da votare.. ma dalla magica urna del televoto sono usciti questi candidati... non temere, presto ne arriveranno altri!!!

    RispondiElimina